Il tutto è raggiungibile attraverso l’utilizzo della musica: in musicoterapia la musica diventa il mezzo per far raggiungere il benessere alla persona. Perciò, la musicoterapia non è un capire la musica, ma bensì è cogliere l’emotività che sta alla base di essa, in modo da sfruttarla al meglio.

Il musicoterapeuta utilizza la musica consciamente per stabilire un rapporto terapeutico, per alimentare la crescita dell’individuo, per facilitare i rapporti interpersonali, per contribuire alla realizzazione del sé.

Essendo un linguaggio non verbale, la musica è adatta a tutti gli individui, sia a chi possiede la verbalità e sia a chi ne è privo, prestandosi così ad una vasta gamma di età.

Ultimi Articoli