Si tratta di figure sportive che non agiscono da singole, ma si muovono nell’ambito di gruppi regolari che devono essere composti da un minimo di 12 elementi (di età compresa tra i 6 e i 30 anni) e che sfilano sempre insieme alla propria banda musicale. La figura centrale del Gruppo è la Capitana, majorette maggiorenne che acquisisce tale incarico su decisione del Direttivo dopo almeno due anni di anzianità nel Gruppo, la regolare progressione tecnica è il Corso teorico-pratico per Capitane. Per la formazione delle Capitane e dei Dirigenti e per la formazione-base dei Gruppi di nuova istituzione esiste un corpo istruttori. A livello regionale, è conosciuto soltanto il gruppo di Grumo d’Appula, ma lo spirito di iniziativa di Vito Manzari, giovane clarinettista componente della banda martinese, vuole portare a Martina questa figura colorata e divertente per aggiungere un brio e modernità alla tradizionale banda musicale, offrendo nello stesso tempo la possibilità alle ragazze martinesi di avvicinarsi ad una disciplina che riguarda il tempo libero, ma allo stesso tempo è richiede professionalità, impegno e voglia di “fare le cose per bene”.

Per tutti coloro che fossero interessati, amanti della musica, dello spettacolo e della ginnastica, l’invito è quello di contattare questo nuovo gruppo, anche visitando gli indirizzi web www.vitomanzari.com, www.facebook.com/armonieditria, www.asdalegria.it o www.facebook.com/vitomanzari. I corsi, che sono a numero chiuso e sono rivolti a tutte le ragazze martinesi dai 5/6 anni in su, avranno inizio, presumibilmente, entro la fine del mese di settembre o, al più, entro ottobre.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica “Alegrìa”, con cui “Armonie d’Itria” collaborerà in questo progetto, nasce nel 2006 per volere di Consuelo Caroli (attuale direttore tecnico della scuola) con lo scopo di creare una società che si occupasse esclusivamente di ginnastica. L’associazione prende il nome da una realizzazione coreografica intitolata “Alegrìa”, realizzata proprio da Consuelo per la Festa della Ginnastica nel giugno 2006, durante la quale matura la decisione di realizzare qualcosa di suo. Nell’arco di meno di tre anni, l’associazione ha ottenuto importanti risultati a livello regionale e nazionale, ed attualmente si propone con le squadre agonistica e giovanissime di ginnastica artistica e con la squadra preagonistica di ginnastica ritmica.

«La mia vera passione è la musica – dice il giovane Manzari - di pari passo con l’informatica e la programmazione in generale. Ogni tanto mi diverto a comporre musiche “strane”, per il mio strumento o per un quartetto, fino ad arrivare a comporre marce per banda. Certo, sono solo agli inizi, ma chissà ... forse un giorno ... potrò diventare compositore, il mio grande sogno!». Nel frattempo, oltre a lanciare l’idea delle majorettes, ha anche deciso di offrire dei corsi di clarinetto gratuiti per avvicinare i ragazzi alla musica. Un impegno lodevole, da tenere in debita considerazione in una città dove troppo spesso vale, purtroppo, il detto biblico “nessuno è profeta in patria”.

Matteo Gentile - TarantOggi - 1 Settembre 2009, pagina 19

Ultimi Articoli